Comune di Piombino

Museo del castello e della Città

Seguici sulla nostra pagina Facebook Seguici sul canale Youtube Seguici sul nostro account Twitter Seguici su Instagram
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Media bordo
Immagine Piombino
Logo Comune di Piombino
APEA Piombino
Variante urbanistica per il piano industriale AFER
Riqualificazione Ambientale e Produttiva del Polo
Piombinopportunità
Amministrazione Trasparente
Scrivi al comune
banner regolamento urbanistico
Protezione Civile
Allerta meteo
Alert System
banner bandiera blu 2016
Pelagos Santuario dei cetacei
banner qualità acqua
Risparmio idrico
banner qualita acqua
Rimozione forzata
Pulizia strade
Progetto sicurezza

Photogallery

Palazzo Appiani
Archivio immagini
Museo del castello e della Città
Home » Vivere Piombino » Arte e Cultura » Musei » Museo del castello e della Città
media_bianco 4x4
Reperti nel Museo del Castello e della CittàIl restauro dell'antica Fortezza ha riportato al suo originario splendore una delle architetture più antiche di Piombino e rappresenta uno dei maggiori investimenti mai realizzati dal Comune, che ha restituito alla fruibilità pubblica una struttura pensata per ricoprire un ruolo determinante nello sviluppo turistico e nella vita culturale della città.

Il Castello, con i suoi ottocento anni di storia, è prima di tutto il Museo di se stesso, dove in uno spazio architettonico coerente e compiuto si possono riconoscere le molte fasi costruttive, sviluppatesi col passare dei secoli intorno al nucleo originario, la torre duecentesca a base quadrata, antica porta orientale della città, che oggi il visitatore può ammirare nella sua sorprendente imponenza. Per questo, i lavori di restauro sono stati accompagnati da indagini archeologiche dell'Università di Siena, che hanno fatto luce sugli eventi piombinesi addirittura antecedenti al XII secolo ed hanno portato all'allestimento di un Percorso museale finalizzato a ricostruire e collegare la storia di Piombino a quella del Castello, dal medioevo ad oggi. I pannelli, le postazioni informatiche, il film Piombino e la sua storia, le splendide ricostruzioni grafiche, i reperti provenienti dagli scavi archeologici ed esposti nelle vetrine, guidano il visitatore alla scoperta di questa città di mare, protagonista delle cronache storiche per oltre quattro secoli (dal 1399 al 1815), in virtù dei rapporti politici e degli equilibri militari con i grandi ordinamenti statuali che, all'epoca e in particolare nel XVI secolo, decidevano il destino del mondo: la Spagna e l'Impero di Carlo V, La Francia di Francesco I ed Enrico II, l'Impero Ottomano.

Una città dove si sono Grafica Castelloavvicendate le famiglie Appiani, Ludovisi, Boncompagni, Baciocchi-Bonaparte ed hanno operato alcuni tra gli artisti ed i personaggi più conosciuti del Rinascimento, come Leonardo Da Vinci, la cui presenza a Piombino è da lungo tempo oggetto di studi e ricerche.

La lungimirante integrazione ed unità di intenti tra la ricerca archeologica ed il restauro ha portato, tra l'altro, alla ricerca dell'evoluzione costruttiva del Castello nell'ambito della più ampia vicenda urbanistica di Piombino. Molte sono le suggestioni architettoniche realizzate in occasione dei lavori, che colpiscono anche il visitatore più distratto: come la spettacolare sala a tripla altezza, che si apre all'ingresso e attorno alla torre, e la terrazza panoramica, che offre una veduta d'eccezione sull'arcipelago toscano, sulla città e sul territorio interno.

Ma il Castello, con le sue imponenti volumetrie, i suoi 1000 mq calpestabili (al piano terreno, oltre al grande atrio d'ingresso, si trovano sale destinate all'allestimento di mostre temporanee), le sue aree esterne, si presta anche ad essere utilizzato come sede ideale per iniziative ed attività nel campo della cultura, dell'arte, del turismo e della ricerca, che restituiscono all'antica Fortezza un ruolo determinante e attivo nella vita della Comunità piombinese.
Sede
Viale del Popolo - tel.0565.34534
Amministrazione
Comune di Piombino, Ufficio Beni Culturali tel.0565.63220
Info
Ufficio Prenotazioni Parchi Val di Cornia s.p.a.
Telefono
0565.226445
Telefax
0565.226521
E-mail
prenotazioni@parchivaldicornia.it
Orario
31 MAGGIO – 15 GIUGNO
sabato, domenica e festivi ore 10-13 e 15-19; dal martedì al venerdì su prenotazione, per gruppi e scuole
16-30 GIUGNO
Dal martedì alla domenica ore 10-13 e 15-19
1 LUGLIO – 17 AGOSTO
Dal martedì alla domenica ore 17-23
19 AGOSTO – 14 SETTEMBRE
Dal martedì alla domenica ore 10-13 e 15-19
15 SETTEMBRE – 2 NOVEMBRE
sabato, domenica e festivi ore 10-13 e 15-19; dal martedì al venerdì su prenotazione, per gruppi e scuole
3 NOVEMBRE – 26 DICEMBRE
Solo su prenotazione, per gruppi o scuole
27 DICEMBRE – 6 GENNAIO 2009
Tutti i giorni (tranne il lunedì) ore 10-13 e 15-19 (il 31 dicembre, chiusura ore 13)
Biglietto
intero 4 euro
ridotto (gruppi, età) 2 euro

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -

COMUNE DI PIOMBINO
Via Ferruccio, 4 - 57025 (Livorno) - Toscana - Tel. 0565/63111 - Fax 0565.63290 - P.IVA 00290280494 - IBAN IT 82 T 01030 70720 000004200020
Responsabile del Procedimento di pubblicazione - Privacy - Note legali -  Posta Certificata: comunepiombino@postacert.toscana.it
Il portale del Comune di Piombino (LI) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. con la piattaforma ISWEB - Content Management Framework

Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0 Sito realizzato con tecnologia php Base dati su MySql
Il progetto Comune di Piombino è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it