Comune di Piombino

Piano Strutturale d'Area. Al via il coordinamento delle politiche urbanistiche tra i Comuni della Val di Cornia

Seguici sulla nostra pagina Facebook Seguici sul canale Youtube Seguici sul nostro account Twitter Seguici su Instagram
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Media bordo
Immagine Piombino
Logo Comune di Piombino
IMU -202
APEA Piombino
Piano Strutturale Val di Cornia
Amministrazione Trasparente
Scrivi al comune
banner bandiera blu 2020
Segnalazioni ERP
Protezione Civile
Allerta meteo
Alert System
banner qualità acqua
Rimozione forzata
Pulizia strade

Photogallery

Palazzo Appiani di sera
Archivio immagini
Notizie dal Comune
Home » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
media_bianco 4x4
sab 28 mar, 2020

Palombi
Piano Strutturale d'Area. Al via il coordinamento delle politiche urbanistiche tra i Comuni della Val di Cornia



Un percorso comune per dotare il territorio di una programmazione urbanistica coerente per il rilancio del territorio.
Il consiglio comunale di Piombino ha approvato ieri, venerdì 27 marzo, la convenzione per l’elaborazione e la gestione del Piano Strutturale d’area tra i Comuni di Piombino e Campiglia M.ma e per il raccordo con le politiche urbanistiche degli altri Comuni della Val di Cornia (Suvereto, Sassetta e San Vincenzo). La delibera è stata approvata con i voti favorevoli di tutti i gruppi di maggioranza, del PD e della lista civica “Anna per Piombino”, e l’astensione di Rifondazione Comunista e Movimento 5 Stelle.

“Questo non è un atto dovuto ma è frutto di una volontà politica ben precisa di questa amministrazione che crede fermamente che il rilancio di questo territorio debba necessariamente passare per scelte di carattere urbanistico dettate da una visione ampia e condivisa – ha detto l’assessore all’urbanistica Gianluigi Palombi nella sua presentazione al consiglio comunale – La finalità è quella di tenere conto delle profonde trasformazioni in atto della società e del territorio in cui viviamo, puntando anche su un non più derogabile processo di modernizzazione come uno degli elementi fondamentali per uscire da una crisi stagnante ormai da molto tempo.
La convenzione si pone i seguenti obiettivi strategici fondamentali: – ha spiegato Palombi - il rilancio del coordinamento delle politiche di pianificazione e governo del territorio della Val di Cornia, la promozione di nuovi indirizzi per lo sviluppo di tutto il territorio sovracomunale, alla luce delle mutate condizioni economiche e strutturali e l’adeguamento delle strategie di governo e degli strumenti di pianificazione territoriale alle nuove disposizioni e prescrizioni che derivano dal nuovo quadro pianificatorio regionale.
In questo contesto appare centrale l’avvio di un confronto di natura istituzionale e politica di area vasta, assolutamente funzionale all’esercizio della funzione associata in materia di strumenti di pianificazione e alla definizione di scenari strategici di lungo termine, che deve necessariamente guardare ai territori meridionali della Val di Cecina, a quelli settentrionali delle Colline Metallifere, e alla vicina Isola d’Elba.
L’approvazione in consiglio della convezione permette di avviare tale confronto tramite la riattivazione dell’Ufficio di Piano, strumento indispensabile per portare a compimento l’iter di adozione ed approvazione della Variante Generale del Piano Strutturale d'area.
Al netto di tutto questo, abbiamo già comunque iniziato da tempo un percorso di confronto politico-istituzionale e tecnico, attraverso alcune riunioni con i progettisti incaricati della redazione del piano, con il sindaco di Campiglia Marittima, con la struttura tecnica del settore urbanistico di Campiglia Marittima, e con gli amministratori degli altri comuni della Val di Cornia.”

Sulla base di questa Convenzione quindi, l’ufficio di piano dei Comuni di San Vincenzo, Sassetta e Suvereto e quello dei Comuni di Piombino e Campiglia M.ma, si coordineranno per il raccordo dei rispettivi strumenti urbanistici.
Al termine dei rispettivi percorsi di formazione dei nuovi piani strutturali intercomunali, la convenzione prevede l’impegno da parte dei Comuni della Val di Cornia a ricostituire un unico ufficio di piano e a gestire unitariamente e contestualmente le politiche di governo del territorio.

Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

sindaco
lun 25 nov, 2019
“Mentre il Consiglio comunale era chiamato a decidere su un provvedimento cruciale per la vicenda Rimateria, i consiglieri del Pd uscivano dall’aula. Ancora una volta hanno dimostrato che la loro priorità non è la salute dei ....
sindaco
mar 01 ott, 2019
Avviato il procedimento urbanistico per modificare la destinazione d’uso dell’area Rimateria Oggi, martedì primo ottobre, la Giunta ha deliberato sull’avvio della procedura di variante urbanistica per l’area denominata ....
- Inizio della pagina -

COMUNE DI PIOMBINO
Via Ferruccio, 4 - 57025 (Livorno) - Toscana - Tel. 0565/63111 - Fax 0565.63290 - P.IVA 00290280494 - IBAN IT 82 T 01030 70720 000004200020
Responsabile del Procedimento di pubblicazione - Privacy - Note legali -  Posta Certificata: comunepiombino@postacert.toscana.it
Il portale del Comune di Piombino (LI) è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0 Sito realizzato con tecnologia php Base dati su MySql
Il progetto Comune di Piombino è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB Srl www.internetsoluzioni.it