Comune di Piombino

Newletter del 19 Agosto 2016

Seguici sulla nostra pagina Facebook Seguici sul canale Youtube Seguici sul nostro account Twitter Seguici su Instagram
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Media bordo
Immagine Piombino
Logo Comune di Piombino
APEA Piombino
Variante urbanistica per il piano industriale AFER
Riqualificazione Ambientale e Produttiva del Polo
Piombinopportunità
Amministrazione Trasparente
Scrivi al comune
banner regolamento urbanistico
Protezione Civile
Allerta meteo
Alert System
Referendum 2017
banner bandiera blu 2016
Pelagos Santuario dei cetacei
banner qualità acqua
Risparmio idrico
banner qualita acqua
Rimozione forzata
Pulizia strade
Progetto sicurezza

Photogallery

Golfo di Calamoresca
Archivio immagini
Newletter del 19 Agosto 2016
Home » Documentazione » Newsletter PiombinOpportunità - Indice » Newletter del 19 Agosto 2016
media_bianco 4x4

Newsletter PiombinOpportunità

 

Newsletter Piombino Opportunità

Newsletter PiombinOpportunità - 19 agosto 2016

La Newsletter raccoglie  l’elenco completo delle notizie relative al mese antecedente alla pubblicazione, sul tema dello sviluppo economico.
Vuole essere uno strumento utile per le imprese e i cittadini che vogliano investire sul territorio, mostrando le opportunità che Unione Europea, Governo e Regione mettono a disposizione.
Per seguire il Comune di Piombino in tempo reale è possibile collegarsi  anche alla pagina FACEBOOK, al canale TWITTER, INSTAGRAM o al canale YOUTUBE

Per consultare la RASSEGNA STAMPA è possibile collegarsi alla sezione aggiornata quotidianamente.

Per ricevere direttamente la Newsletter sulla vostra casella di posta elettronica sarà sufficiente inviare un’ email a urp@comune.piombino.li.it

Per approfondimenti sull’offerta localizzativa e sugli strumenti di finanziamento attivi e per indicazioni sull’utilizzo degli stessi, è attivo un Info-Point dedicato presso il Comune di Piombino (0565-63377). Inoltre è possibile consultare la sezione del sito dedicata al PRRI.

 

Notizie

IN EVIDENZA. Campionati europei di nuoto dal 9 all'11 settembre. In arrivo i primi di settembre 18 squadre con 172 atleti.

Sono 18 le squadre che parteciperanno ai Campionati europei di nuoto di fondo, categoria juniores, previsti a Piombino dal 9 all'11 settembre per un totale di 240 persone circa tra staff e atleti. Si è concluso infatti in questi giorni l'invio delle “entry form” da parte dei Paesi partecipanti che sono a questo punto Cipro, Danimarca, Francia, Gran Bretagna, Grecia, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Russia, Slovacchia, Spagna, Svizzera, Ungheria, Italia, Germania, Belgio, Israele, Ucraina. Come nell'esperienza del 2012, la manifestazione viene organizzata in stretta collaborazione con la Ligue Europèenne de Natation (LEN) e con la Federazione Italiana Nuoto (FIN) ed è riservata questa volta a ragazze e ragazzi dai 15 ai 19 anni.

Variante Aferpi: nessun contrasto con la pianificazione provinciale e regionale Si apre la fase di confronto prima dell'adozione da parte del consiglio

Nessun contrasto tra il piano industriale Aferpi e i piani urbanistici di competenza provinciale e regionale (PTC e PIT). Questo l'esito della conferenza dei servizi che si è svolta lo scorso 8 agosto in Regione, relativa alla verifica e condivisione con Regione Toscana e Provincia di Livorno e con i competenti uffici del MIBACT, delle condizioni e prescrizioni per procedere all'adozione della variante e del masterplan delle aree industriali. La definizione del nuovo assetto dello stabilimento di Piombino da parte di AFERPI (il cd masterplan delle aree industriali), conseguente al nuovo piano industriale che si incentra sullo sviluppo di tre diversi segmenti produttivi (siderurgico, logistica, agroalimentare), impone infatti la necessità di adeguare gli strumenti urbanistici esistenti...LEGGI TUTTO

Avanti con il piano industriale nonostante il permanere di incertezze Il Comune chiede il reintegro di tutti i lavoratori con contratto di solidarietà

Finanziamenti e riassunzione dei lavoratori entro novembre 2016. Sono questi gli aspetti cruciali sui quali permangono ancora incertezze e che verranno definiti a settembre. La riunione che si è svolta giovedì 4 agosto al Mise ha messo intorno allo stesso tavolo il governo, con il sottosegretario Teresa Bellanova e il direttore generale Giampiero Castano, il presidente della regione Enrico Rossi, il commissario dell'autorità portuale Luciano Guerrieri, il vicesindaco del Comune di Piombino Stefano Ferrini e l'assessore all'urbanistica Carla Maestrini, Aferpi con l'ad Fausto Azzi e il dirigente Riccardo Grilli, i segretari delle confederazioni sindacali. Oltre tre ore di incontro durante il quale l'azienda ha confermato la volontà di andare avanti con il piano industriale, anche se con ritardi, con l'obiettivo di ottenere finanziamenti dalle banche...LEGGI TUTTO

Sindaco e giunta a pranzo nel bar confiscato alla mafia

Un gesto simbolico a favore della legalità e della democrazia, per dimostrare che l'antimafia può trasformarsi in opportunità. Con questo spirito il sindaco Massimo Giuliani e la giunta municipale hanno deciso di fare un pranzo di lavoro al bar Mirò, il bar in via Ferrer confiscato alla malavita organizzata nel marzo scorso dalla Finanza...LEGGI TUTTO

Porto della Chiusa. Presentato il progetto definitivo Un progetto per il turismo, la pesca, la cantieristica, la nautica sociale e sportiva

Un ulteriore passo in avanti per la realizzazione di un distretto del diportismo nautico. E' stato consegnato in Comune nei giorni scorsi il progetto definitivo per la realizzazione del polo della cantieristica e delle attività ittiche in Chiusa, in prossimità della foce del vecchio Cornia. Il progetto è stato presentato dalla cooperativa “La Chiusa Pontedoro”, il soggetto attuatore scelto nel luglio 2013 al termine della Conferenza dei servizi istituita in base alla procedura Burlando, dopo l'adozione in consiglio comunale nel febbraio scorso del Piano regolatore portuale relativo.......LEGGI TUTTO

Successo di Agosto con Gusto in piazza Bovio, un mix di territorio e prodotti enogastronomici

Si è rinnovata anche quest’anno il 2 e 3 agosto in piazza Bovio l’appuntamento con “Agosto con gusto”, tradizionale rassegna enogastronomica di vini e piatti del territorio giunta alla sua quindicesima edizione. La kermesse è organizzata dall’assessorato al turismo di Piombino in collaborazione con la Pro Loco ed è inserita nel cartellone delle Città del Vino. “L'identità turistica sempre più è data dal mix tra il luogo con le sue caratteristiche storiche, ambientali e paesaggistiche e i prodotti che esprime e che i suoi “artigiani” trasformano e lavorano – afferma il vicesindaco Stefano Ferrini....LEGGI TUTTO

Integrato il servizio di sorveglianza sulla Costa Est

Inizia da questo fine settimana un servizio integrativo di sorveglianza nei parcheggi della Costa Est. In seguito alle molte segnalazioni di furti avvenuti in questa area, il Comune di Piombino e la Parchi Val di Cornia SpA si sono attivati per ampliare il controllo già svolto al momento dalle forze dell’ordine. Così, una volta individuati i momenti maggiormente critici per il fenomeno, è stato introdotto, ad integrazione, un servizio di sorveglianza privato.......LEGGI TUTTO

Formazione e lavoro: le necessità delle imprese. Ad agosto al via il bando rivolto a disoccupati e inattivi

Si è svolta lunedì 25 luglio a palazzo Appiani l'iniziativa pubblica sulla formazione professionale per le imprese, promossa dal vicesindaco Stefano Ferrini e dalla Regione. L'iniziativa è stata l'occasione per presentare alle imprese, ai sindacati, alle scuole e alle agenzie formative i risultati dell'indagine sul fabbisogno formativo manifestato a seguito di un'indagine fatta dal Comune di Piombino, in raccordo con Regione Toscana. E' stato chiesto alle imprese che hanno manifestato un interesse ad investire sul nostro territorio, direttamente oppure tramite la partecipazione ai bandi nazionali e regionali previsti all'interno dell'Accordo di programma, quali fossero le loro esigenze formative e le figure professionali richieste.......LEGGI TUTTO

Giuliani sulla 398: il Comune impegnato da anni oltre le sue competenze

“Sulla 398 l'amministrazione comunale ha sempre fatto tutto il possibile, anche oltre le sue competenze.” Il sindaco Massimo Giuliani risponde alle critiche alle sollecitazioni mosse sulla stampa sui ritardi nella realizzazione della 398. “L'ultimo tragico incidente purtroppo mette in evidenza un problema cruciale che questa amministrazione e quella del sindaco Anselmi di cui facevo parte come assessore non hanno mai sottovalutato – afferma il sindaco Giuliani...LEGGI TUTTO

Riunione con i Comuni su variante Aferpi e Piano Strutturale

I contenuti del documento di avvio della nuova Variante Aferpi, varato dagli uffici e approvato dalla giunta nei giorni scorsi, sono stati al centro della riunione dell'ufficio di Piano, riunitosi a Piombino, palazzo Appiani giovedì 21 luglio alla presenza dei sindaci, degli assessori all'urbanistica e dei tecnici di Piombino, Campiglia Marittima, San Vincenzo. L’ufficio di Piano si occupa della pianificazione e gestione del territorio, attraverso:la redazione di strumenti urbanistici a livello intercomunale. “La volontà è di condividere tutti i passaggi fondamentali di questo atto fondamentale con il territorio – spiega l'assessore all'urbanistica Carla Maestrini.....LEGGI TUTTO
 

Turismo, Piombino raccontata su "Toscana ovunque bella"

“Da Firenze a Piombino alla ricerca della Venere. Storie di donne, amori e destini che si inseguono tra la prua di piazza Bovio e l'azzurro del mare”. Questo il titolo del racconto con il quale anche il Comune Piombino, insieme a molti altri Comuni toscani, ha aderito al progetto regionale “Toscana Ovunque Bella”, sostenuto da Toscana Promozione Turistica e da Fondazione Sistema Toscana col supporto di Anci. Una ragazza inglese, in visita agli Uffizi e appassionata di rinascimentale, decide di recarsi a Piombino sulle tracce di Simonetta Cattaneo, giovane nobildonna conosciuta come la musa ispiratrice del Botticelli per “La nascita di Venere”..LEGGI TUTTO

Piano Aferpi: nuove criticità che devono essere affrontate insieme Lettera aperta di Giuliani al segretario Fiom Faticanti

Caro segretario, intanto ringrazio della considerazione che ci dai che testimonia un' attenzione che per noi è importante. Quando ci sono partite difficili da giocare è sempre bene non essere soli e condividerle invece con chi, per il ruolo che ricopre, sa perfettamente cosa significa avere senso di responsabilità e testa sulle spalle. Fiom Fim ed Uilm, ci hanno espresso i loro punti di vista e le loro preoccupazioni, che sono anche le nostre , e ci hanno chiamato ad esprimere un parere circa il nuovo scenario che si evince dai documenti che Aferpi ha presentato in Regione per la verifica di assoggettabiità alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale.....LEGGI TUTTO

 

Bandi per finanziamenti nazionali e regionali attualmente attivi

IN EVIDENZA

PROTOCOLLI DI INSEDIAMENTO - RIAPERTURA TERMINI PER PRESENTAZIONE DOMANDE - Scadenza 30 ottobre

Dal 15 luglio al 30 ottobre è di nuovo aperta la possibilità di presentare domande sulla misura Protocollo di Insediamento della Regione Toscana. I PdI sono rivolti a sostenere progetti di rilevanza strategica regionale, di dimensione significativa e che prevedano un incremento occupazionale. Gli interventi devono consistere in nuove unità locali, in unità locali già presenti sul territorio regionale oppure nella creazione o ammodernamento di infrastrutture di ricerca private. Non ci sono vincoli riguardo alle forme di impresa, ma gli investimenti devono essere cantierabili. Si tratta di contributi in conto capitale a fondo perduto, prestiti agevolati o garanzie. E’ prevista una procedura negoziale con la Regione e soggetti privati e/o pubblici. Maggiori informazioni su www.sviluppo.toscana.it/pdi

BANDO PER AIUTI A PROGETTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI IMMOBILI - PROROGATO fino al 15 settembre

Si pone l’obiettivo di agevolare la promozione di progetti di investimento riguardanti l’efficientamento energetico dei processi produttivi delle imprese. Possono presentare domanda di aiuto a valere sul presente Bando, in forma singola, le Micro, Piccole, Medie Imprese (MPMI) e le Grandi Imprese (GI). Ciascuna impresa potrà presentare al massimo 3 domande. Sono ammissibili ad agevolazione esclusivamente le seguenti voci di costo al netto di IVA: spese per investimenti materiali quali fornitura, installazione e posa in opera di impianti, macchinari, attrezzature, sistemi, materiali e componenti necessari alla realizzazione del progetto; spese per opere edili ed impiantistiche strettamente necessarie e connesse alla realizzazione del progetto. Non sono ammessi progetti che comportano spese ammissibili totali inferiori a 20.000,00 euro. L’agevolazione per la realizzazione dei progetti di investimento è concessa nella forma di contributo in conto capitale nella percentuale del 40% delle spese ammissibili per la Micro - Piccola impresa; del 30% per la Media impresa e del 20% per la Grande impresa. Maggiori informazioni su www.sviluppo.toscana.it

BANDI CAMERALI

BANDO PER IL SOSTEGNO DELLO START UP IMPRENDITORIALE - ANNO 2016

La Camera di Commercio di Livorno eroga contributi a fondo perduto a favore delle start up avviate dagli stessi, finalizzati a coprire parzialmente le spese sostenute per l’avvio dell’impresa. Stanziamento complessivo € 320.000,00 di cui € 60.000,00 a favore di attività legate alla Blue economy. Maggiori informazioni su www.li.camcom.gov.it

AGEVOLAZIONI AMBIENTALI PER LE IMPRESE (L.388/2000) - a partire dal 1 settembre

La legge reca disposizioni in materia di tassazione del reddito di impresa, istituendo un sistema di detassazione per le piccole e medie imprese che realizzano investimenti ambientali. In particolare prescrive che:

- la quota di reddito delle piccole e medie imprese destinata a investimenti ambientali non concorre a formare il reddito imponibile ai fini delle imposte sui reddito (comma 13)
- per investimento ambientale si intende il costo di acquisto delle immobilizzazioni materiali di cui all'articolo 2424, primo comma, lettera B), n. II, del codice civile, necessarie per prevenire, ridurre e riparare danni causati all'ambiente con esclusione degli investimenti realizzati in attuazione di obblighi di legge (comma 15)
- le imprese, ai fini della fruizione delle agevolazioni di cui al comma 13, provvedono a rappresentare nel bilancio di esercizio gli investimenti ambientali realizzati (comma 16)
- le imprese sono obbligate a comunicare al Ministero dello Sviluppo Economico ed al Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, entro 30 giorni dall’adempimento di cui al punto 3), l’avvenuta realizzazione degli investimenti ambientali (comma 17)

Maggiori informazioni su www.sviluppoeconomico.gov.it/

FONDI DI GARANZIA E FINANZIAMENTI PER INVESTIMENTI

Fondi BEI

La Banca europea per gli investimenti (BEI) ha approvato un ulteriore pacchetto di interventi a sostegno delle PMI, per la realizzazione di investimenti agevolati. Si tratta di importanti linee di finanziamento messi a disposizione degli istituti convenzionati e assegnatari dei fondi che potranno erogare direttamente alle imprese che ne faranno richiesta. Fra gli interventi ammessi ci sono l’ampliamento e l’ammodernamento di impianti già esistenti, gli acquisti beni strumentali, beni ammortizzabili, tecnologia digitale e in certi casi anche finanziamento del capitale circolante correlato al normale ciclo commerciale, liquidità e scorte. I beneficiari sono Piccole e Medie Imprese di tutti i settori produttivi, industria, commercio, servizi, turismo, ecc., compresa anche agriindustria, agricoltura e allevamento. In genere si parte da un minimo di 100.000 euro che varia a seconda dell’istituto prescelto, e il massimo è pari a 12 milioni e cinquecentomila euro. In ogni caso l’importo richiesto deve essere congruo e compatibile con l’attuale situazione aziendale di bilancio. Il finaziamento viene erogato anticipatamente in unica soluzione.

NUOVA SABATINI TER: acquisto di beni strumentali - dal 2 maggio 2016

Si tratta di un contributo in conto interessi per finanziamenti. Le modifiche alla “Nuova Sabatini” prevedono che i contributi a favore delle PMI che acquistano beni strumentali possano essere concessi anche a fronte di finanziamenti erogati dalle banche e dalle società di leasing a valere su una provvista diversa dall’apposito plafond della CDP. E’ finalizzato ad accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese e migliorare l’accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese (PMI) per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature.L’importo dell’investimento deve essere compreso fra 20mila e 2 milioni di euro a copertura totale delle spese ammissibili. Fra gli investimenti ammissibili citiamo la creazione di una nuova unità produttiva, l’ampliamento di un’unità esistente, dicersificazione della produzione di uno stabilimento. Fra le spese ammissibili rientrano l’acquisto di macchinari, impianti, beni strumentali d’impresa, tecnologie digitali ed altro. Maggiori informazioni su www.invitalia.it

Fondo di garanzia a favore delle Professioni

Il Fondo prevede la prestazione di garanzie per i giovani professionisti (<40 anni), per gli esercenti la pratica o il tirocinio professionale (<30 anni), e per gli Ordini e Collegi Professionali o associazioni professionali. Le domande di ammissione alla garanzia devono essere inviate dalle banche (a mezzo posta o PEC) al soggetto gestore per conto dei professionisti o dei soggetti giuridici ammessi.  La garanzia è rilasciata per un importo massimo pari all’80% dell’importo di ciascun finanziamento. Il contributo in conto interessi è concesso in misura pari al 100% dell’importo degli interessi gravanti sui finanziamenti garantiti. Sono ammesse operazioni finanziarie finalizzate all’avvio e svikluppo di studi professionali, all’acquisizione di beni strumentali e strumenti informatici. Maggiori informazioni su www.toscanamuove.it

Fondo di garanzia per investimenti per le PMI (settori turismo, commercio, terziario, industria, artigianato, cooperazione e altri)

La Regione si fa carico della garanzia fino all’80% su finanziamento bancario, rinnovando la volontà di sostenere, attraverso la concessione di garanzie su finanziamenti per programmi di sviluppo aziendale e di acquisizione di attivi di uno stabilimento, la competitività delle imprese ed in particolare lo sviluppo e il rafforzamento patrimoniale delle imprese, nonché l’incremento della loro capacità di innovazione. La novità è che possono presentare domande anche le imprese che hanno subito revoche nei tre anni precedenti per mancato rispetto del piano di rientro in caso di aiuti rimborsabil e che l’impresa, nella fase di istruttoria di concessione della garanzia, può richiedere una banca finanziatrice diversa da quella indicata nella domanda iniziale. L’importo massimo garantito varia a seconda del settore e tiene conto dell’esposizione residua alla data di presentazione della domanda di garanzia. Maggiori informazioni su: www.toscanamuove.it

Fondo di garanzia per investimenti in energie rinnovabili

La garanzia è rilasciata a favore dei soggetti finanziatori per un importo massimo garantito non superiore all’80% di ciascuna operazione finanziaria. L’importo massimo garantito per beneficiario è pari a euro 100 mila per le persone fisiche, euro 250 mila per gli altri soggetti beneficiari ed euro 375 mila per gruppi di imprese. La garanzia può essere concessa su operazioni finanziarie di durata compresa tra un minimo di 5 e un massimo di 10 anni per tutti i soggetti beneficiari tranne che per gli enti locali la cui durata massima è fissata in 25 anni. La garanzia deve essere richiesta per operazioni non ancora deliberate dai soggetti finanziatori ed è rilasciata senza oneri e spese a carico dei beneficiari. Sono ammesse alla garanzia le operazioni finanziarie finalizzate alla realizzazione di investimenti volti alla riqualificazione energetica e all’installazione di impianti alimentati da fonti rinnovabili. Maggiori informazioni su www.toscanamuove.it


I fondi di garanzia prevedono una premialità per le imprese del territorio di Piombino, Campiglia M.ma, Suvereto e San Vincenzo: priorità istruttoria e priorità per la concessione della garanzia.

Tax Credit Riqualificazione delle strutture turistico ricettive

La misura è rivolta a strutture turistico-ricettive esistenti alla data del 1 gennaio 2012: alberghi, villaggi, rta ed altre. L’agevolazione è nella forma del credito d’imposta. Le spese eleggibili devono essere sostenute tra il 1 gennaio 2014 e il 31 dicembre 2016: l’importo totale delle stesse è limitato a 666.667 euro. Il credito d’imposta riconoscibile è pari al 30% delle spese eleggibili. Gli interventi ammissibili sono: riqualificazione edilizia, eliminazione barriere architettoniche, incremento dell’efficienza energetica, acquisto di mobili e componenti d’arredo destinati esclusivamente alle strutture alberghiere. Maggiori informazioni su www.agenziaentrate.gov.it e su www.beniculturali.it

Superammortamento

L’intervento vede quali beneficiari i soggetti titolari di reddito di impresa e i professionisti che effettuano investimenti in beni materiali strumentali nuovi dal 15 ottobre 2015 al 31 dicembre 2016. Il costo di acquisizione di tali beni potrà essere ,maggiorato del 40% al fine della determinazione delle quote di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria. Vi sono specifiche esclusioni fra gli acquisti. Importante precisare che il maggiore valore attribuibili ai beni strumentali non produce effetti sui parametri attualmente stabiliti per elaborazione e calcolo degli studi di settore. Maggiori info su Legge n. 208/2015 (Legge stabilità)
 

FINANZIAMENTI PER L’AVVIO DI NUOVE ATTIVITA’

Finanziamenti per l’impresa giovane

Si tratta di finanziamenti agevolati a tasso zero e garanzie per investimenti materiali e immateriali e per servizi innovativi, a favore di giovani imprenditori (impresa costituita da almeno 2 anni e da non più di 5 anni) sotto i 40 anni che vogliono creare un’impresa nei settori Industria, Artigianato, Turismo, Commercio e Servizi oppure consolidare ed espandere la propria attività economica. L’importo dell’investimento ammissibile alle agevolazioni è compreso tra 8.000 e 35.000 euro e non può superare l’80% del progetto d’investimento ammissibile. La misura di garanzia è rivolta al consolidamento di piccole imprese costituite da più di due anni e da non oltre cinque, alle quali concedere la garanzia regionale per ottenere il finanziamento bancario necessario asostenere l’espansione aziendale. Presentazione domande online a partire dal 15 ottobre sul sito www.toscamuove.it dove si potranno trovare anche maggiori informazioni sul bando.

SELFIEMPLOYMENT

È il Fondo Rotativo Nazionale promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - la cui gestione è affidata ad Invitalia- per gli iscritti a Garanzia Giovani (tra i 18 e i 29 anni) che avvieranno iniziative di autoimpiego e di autoimprenditorialità attraverso credito agevolato.
I giovani potranno presentare domanda di finanziamento al Fondo per la concessione di prestiti, finalizzati all’avvio di nuove iniziative imprenditoriali, che avranno un importo variabile da un minimo di 5 mila ad un massimo di 50 mila Euro e che verranno erogati a tasso di interesse zero senza garanzie personali. La misura è operativa dal 1 marzo 2016 ed ha una dotazione finanziaria di partenza di 124 milioni. Maggiori informazioni su www.invitalia.it

OCCUPAZIONE

INCENTIVI ALL’ASSUNZIONE REGIONE TOSCANA 2016

Con DGR n. 616/2016 la Giunta Regionale ha stabilito alcune agevolazione per favorire l’assunzione di diverse categorie di lavoratori fuori dal mondo del lavoro. Tali agevolazioni sono riservate alle Aree di Crisi Complessa (come la Val di Cornia) e prevedono sgravi contributivi per le imprese che assumono:

- lavoratori interessati a partire dal 1 gennaio 2008 da licenziamento

- soggetti che siano a meno di 5 anni dalla pensione

- persone con disabilità (L. 68/1999) o svantaggiate (L. 32/2002)

- donne over 30 disoccupate

- giovani laureati o dottori di ricerca

SUPER BONUS OCCUPAZIONE

Al fine di promuovere la trasformazione dei tirocini in contratti di lavoro il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha introdotto, nell’ambito del Programma "Garanzia Giovani" una integrazione alla misura "Bonus Occupazionale", istituendo un nuovo incentivo, denominato "Super Bonus Occupazione – trasformazione tirocini". L’incentivo spetta per l’assunzione di giovani che, all’inizio del percorso di tirocinio extracurriculare finanziato nell’ambito del Programma Garanzia Giovani, siano in possesso del requisito di NEET (Not [engaged in] Education,Employment or Training) ,ossia non siano inseriti in un percorso di studi e non siano occupati. Il Super bonus è riconosciuto a tutti i datori di lavoro che assumono un lavoratore che abbia svolto o stia svolgendo un tirocinio extracurriculare, a prescindere dal fatto che il tirocinio sia stato o meno realizzato presso il medesimo datore di lavoro.
il valore dell’incentivo è fra i 3.000 e i 12.000 euro. La scadenza per la presentazione delle domande è il 31/12/2016. Maggiori Informazioni nella Circolare INPS n. 89 del 24/05/2016.

Esonero contributivo per gli assunti a tempo indeterminato nel 2016

L’esonero contributivo è riconosciuto per un periodo massimo di 24 mesi, e riguarda il 40% dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro – con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL – nel limite massimo di 3.250 euro su base annua. L’esonero non è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa vigente.
Per i datori di lavoro del settore agricolo l’esonero contributivo si applica: nel limite di 1,1 milioni di euro per l’anno 2016, 2,8 milioni di euro per l’anno 2017, 1,8 milioni di euro per l’anno 2018, 0,1 milioni di euro per l’anno 2019 per i lavoratori con qualifica di impiegati e dirigenti;
nel limite di 1,6 milioni di euro per l’anno 2016, 8,8 milioni di euro per l’anno 2017, 7,2 milioni di euro per l’anno 2018, 0,8 milioni di euro per l’anno 2019, con riferimento alle nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato, con esclusione dei contratti di apprendistato, con esclusione dei lavoratori che nell’anno 2015 siano risultati occupati a tempo indeterminato e relativamente ai lavoratori occupati a tempo determinato che risultino iscritti negli elenchi nominativi per un numero di giornate di lavoro non inferiore a 250 giornate con riferimento all’anno 2015. Maggiori info su Legge n. 208/2015 (Legge stabilità)

Tirocini NON Curriculari

Dal 15 luglio è possibile fare domanda di attivazione di tirocini non curriculari nell’ambito del progetto GiovaniSi. L’avviso è valido fino a esaurimento fondi.. Il contributo regionale è pari a 300 euro per i tirocini svolti da giovani nella fascia d’età 18-29 anni, pari a 500 euro per soggetti disabili o svantaggiati oppure impiegati nel settore delle lavorazioni artistiche e tradizionali. Per i requisiti di ammissibilità (con specificità per le aree di crisi) si rimanda al sito www.giovanisi.it

FORMAZIONE

Bando per la concessione di finanziamenti per progetti formativi - RIAPERTURA BANDO fino al 30 settembre

La Giunta Regionale ha stanziato 500.000 euro per il finanziamento di progetti di formazione che coinvolgano lavoratori di imprese localizzate nell’area di crisi Piombino (che coinvolge i comuni di Piombino, Campiglia Marittima, San Vincenzo, Suvereto e Sassetta). I progetti possono essere presentati dalle agenzie formative accreditate e/o dalle imprese e finanzia progetti per un importo compreso fra 50mila e 150mila euro. La tipologia di progetti ammissibili riguarda interventi di formazione continua diretti alla riqualificazione o all’aggiornamento di lavoratori neoassunti presso un’impresa destinataria sulle tematiche inerenti l’attività produttiva oggetto dell’impresa medesima o interventi di formazione continua diretti alla riqualificazione o all’aggiornamento di lavoratori assunti presso un’impresa che attua programmi di riconversione produttiva. Maggiori informazioni sul www.regione.toscana.it

Voucher formativi di ricollocazione - Scadenze bimestrali: prossima scadenza 10 settembre

E' un bando, rivolto a maggiorenni disoccupati che siano o siano stati percettori di Naspi per i quali la condizione di disoccupato da cui è dipesa l'assegnazione del sussidio duri ininterrottamente da più di 4 mesi; oppure disoccupati che alla data del 1 maggio 2015 siano stati fruitori o che abbiano fruito successivamente dell'indennità di mobilità. Si tratta di un intervento pubblico per sostenere l'accesso di persone disoccupate ai servizi per il lavoro, tramite l'assegnazione di un voucher di rimborso totale o parziale delle spese per corso di formazione e, al termine del corso, un assegno di assistenza alla ricollocazione (ricerca intensa del lavoro) per favorire il loro rientro nel mondo del lavoro. Maggiori informazioni su www.regione.toscana.it

Formazione per giovani professionisti - Prossima scadenza 30 settembre

il bando finanzia voucher di formazione individuale ai giovani lavoratori autonomi delle professioni intellettuali. E' prevista la copertura totale o parziale della frequenza di corsi di formazione e di aggiornamento professionale anche in modalità e-learning oppure master di I o II livello in Italia o in altro paese appartenente all'Unione Europea. Possono presentare domanda di voucher giovani lavoratori autonomi delle professioni intellettuali residenti o domiciliati in Toscana, sotto i 40 ani di età, con partita IVA e iscritti ad un albo professionale, collegio o gestione separata INPS. Le scadenza sono trimestrali. Maggiori informazioni su www.regione.toscana.it

Formazione territoriale - Scadenza 15 ottobre

Il bando vuole essere una risposta alla necessità di calibrare gli interventi di formazione in base alla particolarità dei territori per fare fronte alla richiesta di risorse umane professionalizzate da parte dei settori produttivi della nostra regione. E' destinato agli organismi formativi per la realizzazione di progetti di formazione professionale, in risposta ai fabbisogni occupazionali del sistema produttivo toscano, capaci di indurre l'effettiva occupazione degli allievi formati.
I progetti posssono essere presentati ed attuati da un singolo Organismo formativo oppure da una Associazione temporanea di imprese (ATI) o di scopo (ATS).
Maggiori informazioni su www.regione.toscana.it

AGRICOLTURA

PSR REGIONE TOSCANA 

Aiuto all’avviamento di imprese per giovani agricoltori - Pacchetto Giovani, annualità 2016 - Scadenza 31 ottobre

Il bando "Aiuto all’avviamento di imprese per giovani agricoltori - Pacchetto Giovani - 2016" è finalizzato a favorire il ricambio generazionale nel settore agricolo e consente al giovane di ottenere un premio per l’avviamento dell’attività agricola e contemporaneamente di ricevere dei contributi agli investimenti finalizzati all’ammodernamento delle strutture e dotazioni aziendali e alla diversificazione delle attività agricole. Per poter accedere al "Pacchetto giovani", i giovani agricoltori che si insediano per la prima volta in una azienda agricola, in forma singola (ditta individuale) o associata (società di persone, società di capitale e cooperative agricole di conduzione), al momento della presentazione della domanda di aiuto devono:

- avere un’età compresa tra i 18 anni ed i 40 anni (41 non ancora compiuti);
- aver preso per la prima volta la partita IVA come azienda agricola (individuale, società, cooperativa) nei 12 mesi precedenti alla presentazione della domanda di aiuto;
- presentare un piano aziendale per lo sviluppo dell’attività dell’azienda agricola;
- possedere conoscenze e competenze professionali adeguate impegnandosi a diventare IAP (imprenditore agricolo professionale) entro la data di conclusione del piano aziendale;
- diventare "agricoltori attivi" (art. 9 Reg. UE 1307/13) entro 18 mesi dalla data dell’insediamento (apertura partita IVA);
i-nsediarsi in un’azienda agricola che al momento della presentazione della domanda ha la potenzialità di raggiungere una dimensione espressa in termini di Standard Output (SO) non inferiore a 13.000 euro e non superiore a 190.000 euro.
Il premio di primo insediamento ammonta a 30.000 euro a fondo perduto per ciascun giovane che si insedia, con aumento a 40.000 euro nel caso di insediamento in aziende ricadenti completamente in aree montane.

Maggiori informazioni su www.regione.toscana.it

Sottomisura 4.1 "Sostegno a investimenti nelle aziende agricole" - Scadenza 31 ottobre

Il bando mette a disposizione 25 milioni di euro destinati a finanziare investimenti nelle attività di produzione, allevamento, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, allo scopo di migliorare la redditività e la competitività delle aziende agricole e favorire il ricorso alle energie rinnovabili, limitatamente al fabbisogno aziendale. Gli investimenti riguardano la costruzione e la ristrutturazione di fabbricati o manufatti produttivi aziendali, interventi di efficientamento energetico, rimozione e smaltimento di coperture e parti in cemento amianto, la realizzazione e la ristrutturazione di strutture per lo stoccaggio e per il trattamento dei liquami e delle acque riciclate, le dotazioni aziendali, ovvero l'acquisto e l'installazione di macchinari, impianti e attrezzature destinati allo svolgimento delle attività produttive, gli impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili come la biomassa agroforestale, il biogas da effluenti di allevamento, il solare e l'eolico. Maggiori informazioni su www.regione.toscana.it

Bando multimisura per progetti integrati territoriali - Scadenza 31 ottobre

Il bando è rivolto a soggetti pubblici e privati che si aggregano per affrontare specifiche criticità ambientali, mediante l'adesione ad un Accordo Territoriale finalizzato alla soluzione di specifiche problematiche locali ed all'attuazione di strategie mirate alla mitigazione o all'adattamento ai cambiamenti climatici.
In generale la presentazione del PIT presuppone l'individuazione di una o più criticità ambientali nell'ambito delle tematiche relative a: dissesto idrogeologico, gestione e tutela delle risorse idriche, biodiversità, paesaggio, energia. E' obbligatorio individuare, in maniera chiara ed univoca, il perimetro del territorio interessato al progetto per omogeneità e contiguità. Il bando mette a disposizione 10 milioni di euro per l'anno 2016. Maggiori informazioni su www.regione.toscana.it

Bando per il sostegno alle attività di diversificazione delle aziende agricole - Scadenza 31 ottobre

L'Avviso mette a disposizione 3,5 milioni di euro per attività di qualificazione dell'offerta agrituristica; investimenti finalizzati all'efficientamento energetico e idrico; interventi finalizzati allo sviluppo di attività educative/didattiche (fattorie didattiche) e di attività sociali e di servizio. Il bando è rivolto agli Imprenditori Agricoli Professionali (IAP) e, per le sole attività sociali e di servizio per le comunità locali e per le fattorie didattiche, agli imprenditori agricoli riconosciuti ai sensi dell'art. 2135 del Codice Civile iscritti nel registro delle imprese, sezione speciale aziende agricole. E' previsto un contributo del 40% per gli investimenti ammessi, con una maggiorazione del 10% in caso di investimenti realizzati in aziende con superficie condotta che ricade completamente in zona montana. Maggiori informazioni su www.regione.toscana.it

Sottomisura 4.2 Investimenti nella trasformazione, commercializzazione e/o sviluppo dei prodotti agricoli - Scadenza 30 novembre

Il bando mette a disposizione complessivamente 15 milioni di euro per il 2016, in contributi in conto capitale, per le PMI agroalimentari che operano nel settore della trasformazione, della commercializzazione e/o dello sviluppo dei prodotti agricoli inseriti nell'allegato I del Trattato UE. La sottomisura 4.2 sostiene investimenti in beni materiali ed immateriali per aumentare la competitività, promuovere l'adeguamento e l'ammodernamento delle strutture produttive di trasformazione e di commercializzazione, nonché migliorando la sicurezza nei luoghi di lavoro e tutti i processi produttivi rispettosi dell'ambiente. Il tasso di contribuzione previsto è del 25% per lavori ed opere edili e del 35% per l'acquisto di macchinari e attrezzature, per le spese generali e per gli investimenti immateriali. L'importo massimo del contributo pubblico concesso, per singola domanda di aiuto, è pari a 900.000 euro. Maggiori informazioni su www.regione.toscana.it

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -

COMUNE DI PIOMBINO
Via Ferruccio, 4 - 57025 (Livorno) - Toscana - Tel. 0565/63111 - Fax 0565.63290 - P.IVA 00290280494 - IBAN IT38K0200870722000401052853
Responsabile del Procedimento di pubblicazione - Privacy - Note legali -  Posta Certificata: comunepiombino@postacert.toscana.it
Il portale del Comune di Piombino (LI) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. con la piattaforma ISWEB - Content Management Framework

Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0 Sito realizzato con tecnologia php Base dati su MySql
Il progetto Comune di Piombino è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it