Comune di Piombino

Newsletter del 15 Dicembre 2015

Seguici sulla nostra pagina Facebook Seguici sul canale Youtube Seguici sul nostro account Twitter Seguici su Instagram
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Media bordo
Immagine Piombino
Logo Comune di Piombino
APEA Piombino
Variante urbanistica per il piano industriale AFER
Riqualificazione Ambientale e Produttiva del Polo
Piombinopportunità
Amministrazione Trasparente
Scrivi al comune
banner regolamento urbanistico
Protezione Civile
Allerta meteo
Alert System
Referendum 2017
banner bandiera blu 2016
Pelagos Santuario dei cetacei
banner qualità acqua
Risparmio idrico
banner qualita acqua
Rimozione forzata
Pulizia strade
Progetto sicurezza

Photogallery

Fuochi d'artificio
Archivio immagini
Newsletter del 15 Dicembre 2015
Home » Documentazione » Newsletter PiombinOpportunità - Indice » Newsletter del 15 Dicembre 2015
media_bianco 4x4

Newsletter PiombinOpportunità

 

Newsletter Piombino Opportunità

 

Newletter del 15 Dicembre 2015

La Newsletter raccoglie  l’elenco completo delle notizie relative al mese antecedente alla pubblicazione, sul tema dello sviluppo economico.
Vuole essere uno strumento utile per le imprese e i cittadini che vogliano investire sul territorio, mostrando le opportunità che Unione Europea, Governo e Regione mettono a disposizione.
Per seguire il Comune di Piombino in tempo reale è possibile collegarsi  anche alla pagina FACEBOOK, al canale TWITTER, INSTAGRAM o al canale YOUTUBE

Per consultare la RASSEGNA STAMPA è possibile collegarsi alla sezione aggiornata quotidianamente.

Per ricevere direttamente la Newsletter sulla vostra casella di posta elettronica sarà sufficiente inviare un’ email a urp@comune.piombino.li.it
 

Notizie

 

Certificazioni ambientali e turismo: seminario al Centro Giovani

Le certificazioni ambientali per le imprese turistiche. Su questo tema si è svolto mercoledì 16 dicembre al Centro Giovani di Piombino alle ore 15,30 un seminario promosso dall’assessorato alle politiche ambientali e alle attività produttive insieme alla Confesercenti di Livorno....LEGGI TUTTO...

 

Le piazze, fabbrica dei saperi : Piombino presenta cinque progetti per accedere ai fondi comunitari sull'innovazione urbana

Piombino è tra i quarantadue comuni toscani a candidarsi per accedere ai fondi comunitari con un progetto di innovazione urbana (PIU) che parte dalla cultura per favorire la coesione sociale. Otto milioni e seicentocinquantamila euro di progetti con una previsione di cofinanziamento da parte del Comune di 2 milioni e 300 mila euro circa...LEGGI TUTTO...

 

Un mese di iniziative per il Natale e festa in piazza per Capodanno con i fuochi musicali

Un mese di festa, di concerti, di tradizioni e di eventi di strada, di presepi e di musica dal vivo in tante piazze della città, un mese di giochi, laboratori e letture per i più piccoli. Il programma delle iniziative natalizie messo a punto dagli assessorati al turismo e attività produttive e dall’assessorato alla cultura e decentramento, prevede dal 5 dicembre fino al 6 gennaio molte iniziative di vario genere e una serata dell’ultimo dell’anno con musica dal vivo, deejset e fuochi d’artificio musicali a mezzanotte . Eventi per rendere vivibile la città e i suoi luoghi tutti, non solo il centro ma i diversi quartieri urbani e le frazioni...LEGGI TUTTO...

 

Arretramento binari e rigenerazione urbana dell'area. Il Comune partecipa al bando del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti

Ripresa dell’economia e miglioramento delle condizioni sociali e urbanistiche della città. La giunta municipale ha approvato recentemente  la delibera con la quale aderisce al bando promosso dal ministero delle Infrastrutture e Trasporti (MIT) per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate. Un bando che prevede un finanziamento complessivo in ambito nazionale di 200 milioni di euro nel triennio 2015-2017. Per ciascun progetto avanzato dai Comuni il finanziamento a carico dello Stato non può essere inferiore a 100.000 euro e non può superare l’importo massimo di 2 milioni di euro...LEGGI TUTTO...

 

Incentivi e agevolazioni alle imprese: workshop tecnico presso la sede di Confindustria

Nell'ambito delle iniziative per l'attuazione del Piano di Riconversione e Reindustrializzazione di Piombino, si è svolto martedì 10 novembre alle 10,30 presso la sede di Confindustria un primo workshop tecnico rivolto alle imprese e alle associazioni di categoria, organizzato dal Ministero per lo Sviluppo Economico, Regione Toscana, Invitalia, Comune di Piombino e Confindustria Livorno. Nel corso del workshop sono stati illustrati gli strumenti agevolativi a disposizione delle imprese interessate ad effettuare investimenti nell'area di crisi industriale di Piombino...LEGGI TUTTO...

 

Balneari: un'audizione in Regione sui canoni demaniali

Dopo la stop all’aumento dei canoni demaniali da parte della Regione, inizialmente previsto nel 2016, si è svolta lunedì 9 novembre a Firenze un'audizione delle associazioni dei balneari presso la commissione istituzionale per la ripresa economico-sociale della Toscana Costiera presieduta dal consigliere regionale Antonio Mazzeo...LEGGI TUTTO...


Bandi per finanziamenti nazionali e regionali attualmente attivi:

FONDI DI GARANZIA E FINANZIAMENTI PER INVESTIMENTI

Legge 181/1989

Con la circolare n. 75996 del 12 ottobre 2015, Il Ministero dello Sviluppo Economico ha emanato l’Avviso pubblico per la selezione di iniziative imprenditoriali nei territori dei Comuni ricadenti nell’area di crisi industriale complessa del Sistema locale del lavoro di Piombino tramite ricorso al regime di aiuto di cui alla legge 181/1989. Le domande devono essere presentate da imprese già costituite in forma di società di capitali, società consortili e società cooperative. Le iniziative imprenditoriali devono prevedere la realizzazione di programmi di investimento produttivo o per la tutela ambientale e devono comportare un incremento occupazionele. L’importo minimo del programma di investimento deve essere di 1.500.000 euro.                                                   Le risorse finanziarie disponibili sono pari a 20 milioni di euro. Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo in conto impianti, dell’eventuale contributo diretto alla spesa e del finanziamento agevolato (pari al 50% delle spese ammissibili).                                                                                               Le domande di agevolazioni debbono essere presentate dal 12 gennaio al 11 febbraio sul sito www.invitalia.it, dove è presente anche un Contact Form per richiedere qualunque informazione.                                                                                                                                                                             Maggiori informazioni su www.invitalia.it/site/new/home/cosa-facciamo/rilanciamo-le-aree-di-crisi-industriale/piombino.html

RISERVE DI FONDI PER AREA DI CRISI DI PIOMBINO

Con Delibera Giunta Regionale n 983 del 19-10-2015 sono stati allocati i fondi per l’Area di crisi di Piombino: 12 Milioni di euro sui Protocolli d Insediamento; 8 Milioni di euro per la costituzione di un Fondo rotativo per prestiti da riservare agli investimenti delle PMI; 3,2 Milioni di euro per i bandi Ricerca &Sviluppo, 1 Milione di euro per finanziare la riduzione dell’IRAP per il 2016.

I bandi riservati all’Area di Piombino saranno aperti entro la fine dell’anno 2015.

 

Efficientamento energetico degli immobili

Il 16 dicembre verrà presentato il nuovo bando rivolto alle imprese che co-finanzia progetti finalizzati ad aumentare l'efficienza energetica dei loro immobili. Avranno priorità nell'assegnazione dei contributi le imprese delle aree colpite da calamità naturali. Il budget disponibile è di 3 milioni di euro. Il bando sarà diviso in due graduatorie da approvare entro maggio 2016: una per l'erogazione di 1 milione e 900mila euro destinati alle imprese danneggiate dalle calamità; un'altra, da 1 milione e 100mila per i progetti di tutte le altre imprese. ll bando finanzierà, con un contributo massimo del 40% dei costi ammissibili, vari tipi di intervento: isolamento termico di strutture orizzontali e verticali, sostituzione di serramenti e infissi, sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti alimentati da caldaie a gas a condensazione o impianti alimentati da pompe di calore ad alta efficienza, sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore o a collettore solare per la produzione di acqua calda sanitaria, ecc. A completamento degli interventi precedenti potranno essere attivabili anche interventi per la produzione di energia termica da fonti energetiche rinnovabili quali solare, aerotermica, geotermica, idrotermica senza eccedere i limiti dell'autoconsumo.

Fondo di garanzia a favore delle Professioni

Il Fondo prevede la prestazione di garanzie per i giovani professionisti (<40 anni), per gli esercenti la pratica o il tirocinio professionale (<30 anni), e per gli Ordini e Collegi Professionali o associazioni professionali. Le domande di ammissione alla garanzia devono essere inviate dalle banche (a mezzo posta o PEC) al soggetto gestore per conto dei professionisti o dei soggetti giuridici ammessi.  La garanzia è rilasciata per un importo massimo pari all'80% dell'importo di ciascun finanziamento. Il contributo in conto interessi è concesso in misura pari al 100% dell'importo degli interessi gravanti sui finanziamenti garantiti. Sono ammesse operazioni finanziarie finalizzate all'avvio e svikluppo di studi professionali, all'acquisizione di beni strumentali e strumenti informatici. Maggiori informazioni su www.toscanamuove.it

Fondo di garanzia per liquidità per le imprese del turismo e del commercio

Si tratta di aiuti, sotto forma di prestazione di garanzia, finalizzati ad agevolare l’accesso al credito delle imprese del turismo e del commercio in momentanea difficoltà finanziaria. Sono ammissibili operazioni di consolidamento a medio e lungo termine di debiti a breve, finanziamento per reintegro di liquidità a fronte di investimenti effettuati nei tre anni precedenti, finanziamenti per acquisto scorte e forniture, finanziamenti per la copertura del costo da lavoro dipendente nei 12 mesi successivi. L’importo massimo per singolo finanziamento è 150.000 euro, la garanzia copre fino al 60% del finanziamento (80% per le imprese che risiedono nei Comuni di Piombino, Campiglia Marittima, San Vincenzo e Suvereto).
Maggiori informazioni su: www.toscanamuove.it

Fondo di garanzia per liquidità per le PMI dei settori industria, artigianato, cooperazione e altri settori

E’ una garanzia rilasciata ai soggetti finanziatori per un importo massimo garantito non superiore al 60% dell’importo di ciascun finanziamento (80% per le imprese che risiedono nei Comuni di Piombino, Campiglia Marittima, San Vincenzo e Suvereto). Importo massimo garantito € 640.000 per singola impresa e 960.000 per gruppi di imprese. Sono ammissibili operazioni di consolidamento a medio e lungo termine di debiti a breve, finanziamento per reintegro di liquidità a fronte di investimenti effettuati nei tre anni precedenti, finanziamenti per acquisto scorte e forniture, finanziamenti per la copertura del costo da lavoro dipendente nei 12 mesi successivi, cambiali finanziarie, mutui in oro o prestiti d’uso con impegno all’incremento occupazionale.
Maggiori informazioni su: www.toscanamuove.it

Fondo di garanzia su finanziamenti per le imprese del turismo, commercio, cultura e terziario

La Regione si fa carico della garanzia fino all’80% su finanziamento bancario, rinnovando la volontà di sostenere, attraverso la concessione di garanzie su finanziamenti per programmi di sviluppo aziendale e di acquisizione di attivi di uno stabilimento, la competitività delle imprese ed in particolare lo sviluppo e il rafforzamento patrimoniale delle imprese, nonché l'incremento della loro capacità di innovazione. La novità è che possono presentare domande anche le imprese che hanno subito revoche nei tre anni precedenti per mancato rispetto del piano di rientro in caso di aiuti rimborsabil e che l'impresa, nella fase di istruttoria di concessione della garanzia, può richiedere una banca finanziatrice diversa da quella indicata nella domanda iniziale. L'importo massimo garantito è fissato in 1.200.000 euro per singola impresa, e in 1.800.000 euro per gruppi di imprese, tenuto conto dell'esposizione residua alla data di presentazione della domanda di garanzia. In ogni caso l'importo massimo garantito in favore di una singola impresa o gruppo non potrà mai superare il 25% dell'importo del fondo di garanzia al netto delle perdite liquidate.
Maggiori informazioni su: www.toscanamuove.it

Fondo di garanzia, sostegno agli investimenti delle PMI dei settori industria, artigianato, cooperazione e altri settori

E
’ una garanzia diretta rilasciata ai soggetti finanziatori per un importo massimo garantito non superiore all’80% dell’importo di ciascuna operazione finanziaria. L’importo massimo garantito è pari a € 1,6 milioni per singola impresa e pari a € 2,4 milioni per gruppi di imprese e il finanziamento deve avere una durata compresa fra 60 e 120 mesi, comprensivo ad un eventuale preammortamento massimo di 12 mesi.
I programmi ammissibili sono sviluppo aziendale e acquisizione di attivi appartenenti ad un altro stabilimento chiuso o in fase di chiusura.
Maggiori informazioni su: www.toscanamuove.it

I fondi di garanzia prevedono una premialità per le imprese del territorio di Piombino, Campiglia M.ma, Suvereto e San Vincenzo: priorità istruttoria e priorità per la concessione della garanzia.

Occupazione

Concessione di incentivi alle imprese che assumono personale (laureati, non laureati, lavoratori licenziati, donne disoccupate, disabili…) a tempo indeterminato o determinato, pieno o part-time. Possono beneficiare dell’aiuto imprese di vari settori, compresi turismo e commercio, manifatturiero, costruzioni, servizi di informazione e comunicazione, attività immobiliari, attività scientifiche e tecniche, noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese. L’entità del contributo varia in base alla tipologia di assunzione e di lavoratore da assumere. Le risorse saranno erogate fino ad esaurimento della disponibilità in base all’ordine di ricevimento delle richieste di incentivo. Sono stati riservati 500.000 euro per i territori dei Comuni di Piombino, San Vincenzo, Campiglia Marittima, Sassetta e Suvereto. Scadenza presentazione domande 31 dicembre 2015.
Maggiori informazioni su: www.sviluppo.toscana.it/occupazione_2015

Per approfondimenti sull’offerta localizzativa e sugli strumenti di finanziamento attivi e per indicazioni sull’utilizzo degli stessi, è attivo un Info-Point dedicato presso il Comune di Piombino, inoltre è possibile consultre la sezione del sito dedicata al PRRILEGGE 181/1989

Tax Credit Riqualificazione delle strutture turistico ricettive

La misura è rivolta a strutture turistico-ricettive esistenti alla data del 1 gennaio 2012: alberghi, villaggi, rta ed altre. L’agevolazione è nella forma del credito d’imposta. Le spese eleggibili devono essere sostenute tra il 1 gennaio 2014 e il 31 dicembre 2016: l’importo totale delle stesse è limitato a 666.667 euro. Il credito d’imposta riconoscibile è pari al 30% delle spese eleggibili.                                                                                                                                            Gli interventi ammissibili sono: riqualificazione edilizia, eliminazione barriere architettoniche, incremento dell’efficienza energetica, acquisto di mobili e componenti d’arredo destinati esclusivamente alle strutture alberghiere.                                                                                                                          Maggiori informazioni su www.agenziaentrate.gov.it e su www.beniculturali.it

 

FINANZIAMENTI PER L’AVVIO DI NUOVE ATTIVITA’

Finanziamenti a tasso zero per l’avvio di nuove piccole imprese e prestazioni di garanzia per il consolidamento sempre di piccole imprese

I settori interessati sono quelli del turismo, commercio, agenzie di viaggio ed altre attività connesse quali trasporto marittimo, servizi di informazione e comunicazione, agenzie pubblicitarie, agenzie di traduzione e interpretariato, noleggio, organizzazione convegni e fiere.
Per l’apertura di nuove imprese l’investimento ammissibile a finanziamento a tasso zero è compreso fra 8.000 e 35.000 euro. Il contributo è pari all’80% dell’investimento, e dunque è compreso tra 6.400 e 28.000 euro. Il piano di rientro è in rate semestrali posticipate da restituire in 7 anni con un preammortamento di 18 mesi. Il bando resterà aperto fino ad esurimento delle risorse.
Per il consolidamento delle piccole imprese è prevista la concessione di garanzie su finanziamento bancario.
Maggiori informazioni su: www.regione.toscana.it e su www.toscanamuove.it

Finanziamenti per l’impresa giovane

Si tratta di finanziamenti agevolati a tasso zero, voucher (un contributo in conto capitale del 100%) e garanzie per investimenti materiali e immateriali e per servizi innovativi, a favore di giovani sotto i 40 anni che vogliono avviare un’impresa in cui si utilizzano tecnologie di "smart specialisation" come ICT e Fotonica, Fabbrica intelligente, Chimica e nanotecnologie, e a favore di giovani imprenditori (impresa costituita da almeno 2 anni e da non più di 5 anni) che vogliono consolidare ed espandere la propria attività economica. L’importo dell’investimento ammissibile alle agevolazioni è compreso tra 8.000 e 35.000 euro e l’agevolazione totale tra microcredito e voucher non può superare l’80% del progetto d’investimento ammissibile. La misura di garanzia è rivolta al consolidamento di piccole imprese costituite da più di due anni e da non oltre cinque, alle quali concedere la garanzia regionale per ottenere il finanziamento bancario necessario asostenere l’espansione aziendale. I settori interessati sono il manifatturiero, il commercio, il turismo e il terziario. Presentazione domande online a partire dal 15 ottobre sul sito www.toscamuove.it dove si potranno trovare anche maggiori informazioni sul bando.

SELFIEMPLOYMENT

È il Fondo Rotativo Nazionale promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - la cui gestione sarà affidata ad Invitalia- per gli iscritti a Garanzia Giovani (tra i 18 e i 29 anni) che avvieranno iniziative di autoimpiego e di autoimprenditorialità attraverso credito agevolato.
I giovani potranno presentare domanda di finanziamento al Fondo per la concessione di prestiti, finalizzati all’avvio di nuove iniziative imprenditoriali, che avranno un importo variabile da un minimo di 5 mila ad un massimo di 50 mila Euro e che verranno erogati a tasso di interesse zero senza garanzie personali.
La misura sarà operativa da metà gennaio 2016 con una dotazione finanziaria di partenza di 124 milioni.

Nuove imprese a tasso zero

Gli incentivi sono rivolti alle imprese composte in prevalenza da giovani tra i 18 e i 35 anni o da donne. Le imprese devono essere costituite in forma di società da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda. Anche le persone fisiche possono richiedere i finanziamenti, a condizione che costituiscano la società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni. Gli incentivi finanziano progetti d’impresa con spese fino a 1,5 milioni di euro. Le agevolazioni consistono in un finanziamento agevolato a tasso zero della durata massima di 8 anni, che può coprire fino al 75% delle spese totali. Sono finanziabili le iniziative per: produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli; fornitura di servizi alle imprese e alle persone; commercio di beni e servizi; turismo.È possibile presentare domanda dal 13 gennaio 2016. Maggiori informazioni su www.invitalia.it

Smart & Start Italia

Sostiene la nascita e la crescita delle start-up innovative ad alto contenuto tecnologico per stimolare una nuova cultura imprenditoriale legata all’ economia digitale, per valorizzare i risultati della ricerca scientifica e tecnologica e per incoraggiare il rientro dei «cervelli» dall’estero. E’ rivolto a start-up innovative di piccola dimensione già iscritte alla sezione speciale del Registro delle Imprese oppure a un team di persone fisiche che intendono costruire una strt -up innovativa in Italia. Sono finanziati progetti che si caratterizzano per il forte contenuto tecnologico e innovativo e che prevedono programmi di spesa di importo compreso tra 100 mila e 1,5 milioni di euro. Gli investimenti ammissibili sono impianti, macchinari, HW, SW, brevetti e altro. L’agevolazione consiste in un mutuo a tasso zero fino al 70% delle spese ammissibili (l’80% nel caso di giovani e/o donne o dottori di ricerca che rientrano dall’estero). Maggiori informazioni sono disponibili su: www.smartstart.invitalia.it

 


 

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -

COMUNE DI PIOMBINO
Via Ferruccio, 4 - 57025 (Livorno) - Toscana - Tel. 0565/63111 - Fax 0565.63290 - P.IVA 00290280494 - IBAN IT38K0200870722000401052853
Responsabile del Procedimento di pubblicazione - Privacy - Note legali -  Posta Certificata: comunepiombino@postacert.toscana.it
Il portale del Comune di Piombino (LI) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. con la piattaforma ISWEB - Content Management Framework

Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0 Sito realizzato con tecnologia php Base dati su MySql
Il progetto Comune di Piombino è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it