Comune di Piombino

Domande e risposte (FAQ)

Seguici sulla nostra pagina Facebook Seguici sul canale Youtube Seguici sul nostro account Twitter Seguici su Instagram
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Media bordo
Immagine Piombino
Logo Comune di Piombino
APEA Piombino
Variante urbanistica per il piano industriale AFER
Riqualificazione Ambientale e Produttiva del Polo
Piombinopportunità
Amministrazione Trasparente
Scrivi al comune
banner regolamento urbanistico
Protezione Civile
Allerta meteo
Alert System
Referendum 2017
banner bandiera blu 2016
Pelagos Santuario dei cetacei
banner qualità acqua
Risparmio idrico
banner qualita acqua
Rimozione forzata
Pulizia strade
Progetto sicurezza

Photogallery

Via Bologna
Archivio immagini
Domande e risposte (FAQ)
Home » Documentazione » Domande e risposte (FAQ)
media_bianco 4x4

Quesiti sul Regolamento Urbanistico

Domande frequenti sul Regolamento Urbanistico e relative risposte da parte dell'Amministrazione.

Il regolamento urbanistico è stato approvato in data 25/03/2014, il servizio faq è pertanto interrotto.


In questa sezione del sito sono disponibili le faq fino a tale data.

Consulta anche la sezione dedicata al Regolamento Urbanistico

Cerca nell'archivio di FAQ

Oggetto: Chiarimenti inerenti la fattibilità di pozzi nel territorio comunale. Con la presente, a seguito anche di colloqui intercorsi con l'ufficio urbanistica del Comune di Piombino, sono a richiedere chiarimenti riguardo alla possibilità di realizzare pozzi. In particolare riferendosi all'uso domestico, si fa presente che la norma nazionale prevede che tale tipo di uso è un diritto per il proprietario di un fondo / terreno; tale diritto ribadito anche nei modelli scaricabili da internet dall'apposito sito della Provincia di Livorno, estratto dai quali si riporta testualmente di seguito: A chi è rivolto il servizio A tutti i soggetti che intendano effettuare la perforazione di un pozzo ad uso domestico nella provinciarndi Livorn o. ( Art. 93 del R.D. 11 dicembre 1933, n. 1775 : innaffiamento di giardini di modesterndimensioni ed orti inservienti direttamente al proprietario ed alla sua famiglia e l'abbeveraggio del bestiame e comunque con un modesto consumo di acqua) Prendendo ora a riferimento il recente Regolamento Urbanistico comunale adottato, riferendosi alle N.T.A, Art.44 - Salvaguardie dell'Assetto Idrogeologico - emungimenti dal sottosuolo, pag.70, l'uso domestico è di fatto acconsentito, non si menzionano gli usi irriguo ed industriale. Proseguendo poi all'Art.82 - pag.169 riguardante le sottozone E6, si enuncia che:I Comuni si doteranno, in attuazione del presente RU, di uno specifico regolamento d'attuazione per lo svolgimento di tali attività, che stabilisca le regole costruttive, l'impiego di materiali, lo sfruttamento delle risorse idriche sotterranee nonché le soluzioni per lo smaltimento ed il trattamento dei reflui fognari, nel rispetto delle presenti norme.I regolamenti eventualmente già approvati dai Comuni conservano la loro efficacia, là dove non in contrasto con le presenti Norme, e devono essere adeguati alle medesime. Per le sottozone E6 fu emanato un apposito regolamento che di fatto all'Art.8 "impianti tecnologici ed aspetti infrastrutturali" enuncia che la realizzazione di pozzi superficiali è consentita esclusivamente per i fabbricati ad uso abitativo e per le aziende agricole che mantengono in produzione le superfici fondiarie minime ecc......... Alla luce di quanto detto i chiarimenti richiesti sono volti a delucidazioni riguardo al contrasto o meno tra il regolamento delle aree E6 appena detto e le N.T.A. del Regolamento Urbanistico adottato. Nel caso in cui non si dovesse rilevare contrasto si chiede poi se ci si deve attenere all'Art. 44 delle N.T.A del R.U che abilità ad esempio l'uso domestico e non l'irriguo mentre viceversa accade per il Regolamento delle Aree E6. Infine si invita ad una riflessione riguardo propri o le aree E6, nel caso dovesse valere il suo regolamento specifico, in queste zone pare chiaro che esistano orti ed annessi agricoli con estensioni di terreno non sufficientemente estese per l'uso irriguo e comunque da non condurre come aziende agricole, tuttavia l'orto di per se come il giardino necessita di innaffiamento e quasi sempre chi munito di cisterna non riesce ad ottemperare per tutto il periodo di fabbisogno con l'acqua piovana eventualmente recuperata e non può certo e non deve ricorrere all'acquedotto qualora esistente. Come può tale proprietario di un fondo adempiere alle mansioni di manutenzione orto - verde - giardino ed eventualmente abbeveraggio di animali ? Tale riflessione estendibile in generale a tutte quelle eventuali zone, che pongono limitazioni all'uso domestico, anche se alla luce dell'Art.44 sopra detto sembrano non esistere più. Infine, ulteriore riflessione potrebbe essere suggerita riguardo alle aree sottoposte ad ingressione del cuneo salino; esistono attività anche produttive alle quali necessita magari dover effettuare pozzi per usi igienico-assimilati e non è detto che la falda superficiale si trovi necessariamente entro 10m dal piano campagna, inoltre il complesso meccanismo del sistema d'ingressione del cuneo salino, potrebbe prevedere studi idrogeologici più complessi, se del caso da effettuarsi caso per caso nelle zone comunque individuate come sottoposte a tale rischio.Rimanendo a disposizione ed in attesa di indicazioni riguardo a quanto sopra espresso, l'occasione mi è gradita per porgere cordiali saluti.

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -

COMUNE DI PIOMBINO
Via Ferruccio, 4 - 57025 (Livorno) - Toscana - Tel. 0565/63111 - Fax 0565.63290 - P.IVA 00290280494 - IBAN IT38K0200870722000401052853
Responsabile del Procedimento di pubblicazione - Privacy - Note legali -  Posta Certificata: comunepiombino@postacert.toscana.it
Il portale del Comune di Piombino (LI) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. con la piattaforma ISWEB - Content Management Framework

Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0 Sito realizzato con tecnologia php Base dati su MySql
Il progetto Comune di Piombino è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it