Comune di Piombino

Riqualificazione ambientale e produttiva del polo siderurgico di Piombino

Seguici sulla nostra pagina Facebook Seguici sul canale Youtube Seguici sul nostro account Twitter Seguici su Instagram
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Media bordo
Immagine Piombino
Logo Comune di Piombino
Variante urbanistica per il piano industriale AFER
Riqualificazione Ambientale e Produttiva del Polo
Piombinopportunità
Amministrazione Trasparente
Scrivi al comune
banner regolamento urbanistico
Protezione Civile
Allerta meteo
Pelagos Santuario dei cetacei
banner bandiera blu 2016
banner qualità acqua
Risparmio idrico
banner qualita acqua
Rimozione forzata
Pulizia strade
Progetto sicurezza

Photogallery

Murales del Cotone
Archivio immagini
Riqualificazione ambientale e produttiva del polo siderurgico di Piombino
Home » Il Comune » La città che cambia » Riqualificazione ambientale e produttiva del polo siderurgico di Piombino
media_bianco 4x4

testo

Per approfondimenti sull'offerta localizzativa e sugli strumenti di finanziamento attivi e per indicazioni sull'utilizzo degli stessi, è attivo un Info-Point dedicato presso il Comune di Piombino, via Ferruccio 4, area servizio sviluppo economico.
Giorni di apertura al pubblico: lunedì e mercoledì (orario 9:30 - 13:30)
Ricevimento su appuntamento: venerdì mattina
Tel. : 0565-63377
E-mail: stognoni@comune.piombino.li.it

news

NewsletterPiombinOpportunità

 

Riqualificazione Ambientale e Produttiva del Polo Siderurgico di Piombino

Rilancio delle aree di crisi industriale

Piombino nel 2013 con la crisi della Lucchini s.p.a. è stato riconosciuto Area di crisi Industriale complessa.

Nel 2014 il Governo, la Regione Toscana e gli Enti Locali hanno condiviso una strategia finalizzata alla riqualificazione ambientale e produttiva del Polo Siderurgico di Piombino. Accordo di programma 24 aprile 2014

A dicembre 2014 il gruppo Cevital ha avanzato una proposta di acquisto del sito Lucchini di Piombino grazie alla quale è stato avviato l’iter procedurale finalizzato alla riconversione industriale del complesso siderurgico, alla bonifica del comprensorio e al suo miglioramento infrastrutturale.

La strategia per il rafforzamento produttivo dell’area e per la ricollocazione del personale espulso dalla filiera siderurgica è diventata operativa con il Progetto di Riconversione e Riqualificazione Industriale adottato con Accordo di Programma del 7 maggio 2015 siglato da Governo, Regione Toscana e altri enti locali.

Il prossimo settembre è previsto a Piombino l'evento di presentazione degli incentivi e delle agevolazioni per il rilancio dell'area industriale.

Il progetto di riconversione e riqualificazione industriale, approvato formalmente il 7 maggio 2015, è articolato in tre assi di intervento:

asse 1: intervento di riqualificazione ambientale e produttiva del sito industriale di Piombino della Lucchini spa in amministrazione straordinaria;
asse 2: intervento di riconversione e riqualificazione produttiva deII 'area di crisi industriale complessa di Piombino, il cui Pacchetto di interventi per le imprese del territorio vale 50 milioni, di cui 32 di incentivi regionali e 20 di incentivi statali (legge n. 181/1989). Questi ultimi saranno attivati con successiva circolare, non appena registrato il decreto ministeriale 9 giugno 2015, che ha introdotto una nuova disciplina delle misure di sostegno e di reindustrializzazione per le aree di crisi.
asse 3: politiche attive del lavoro e misure per il reimpiego anche in progetti di riconversione

Il quadro complessivo delle agevolazioni, sia nazionali sia regionali, già attive o che saranno attivate, è contenuto nell' Avviso di informazione del 15 giugno (Circolare n. 43455 del 15 giugno 2015)  del direttore generale della "Direzione per gli incentivi alle imprese" del Ministero dello sviluppo economico (Mise).

 

INCENTIVI

Per approfondimenti consultare le pagine di Invitalia (Agenzia nazionale per l'attivazione degli investimenti e lo sviluppo d' impresa di proprietà del Ministero dell'Economia) ha elaborato il Progetto di Riconversione e Riqualificazione Industriale (PRRI).

logo

È il soggetto attuatore del Progetto, affianca il Gruppo di Coordinamento e Controllo dell’Accordo nella governance, nel controllo e nel monitoraggio delle attività e dei risultati.

Incentivi agli investimenti produttivi e alla ricerca

Il Progetto di Riconversione e Riqualificazione Industriale (PRRI) dell'area di crisi di Piombino individua diversi incentivi a sostegno degli investimenti produttivi e della ricerca.

Sono disponibili complessivamente 52,2 milioni di euro. 20 milioni di euro sono stati stanziati dal Governo (incentivi regolati dalla L. 181/89) e 32,2 milioni di euro  dalla Regione Toscana,  di  cui 1 milione e duecento mila euro per le politiche di formazione professionale.

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -

COMUNE DI PIOMBINO
Via Ferruccio, 4 - 57025 (Livorno) - Toscana - Tel. 0565/63111 - Fax 0565.63290 - P.IVA 00290280494 - IBAN IT38K0200870722000401052853
Responsabile del Procedimento di pubblicazione - Privacy - Note legali -  Posta Certificata: comunepiombino@postacert.toscana.it
Il portale del Comune di Piombino (LI) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. con la piattaforma ISWEB - Content Management Framework

Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0 Sito realizzato con tecnologia php Base dati su MySql
Il progetto Comune di Piombino è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it